Album / Diari Aperti
Se piovesse il tuo nome
E. D’Erme
Non ci siamo mai dedicati, dedicati le,
le canzoni giuste,
forse perché di noi 
non ne parla mai nessuno 
non ci siamo mai detti le parole,
non ci siamo mai detti le parole giuste, neanche per sbaglio, 
neanche per sbaglio in silenzio 
la città è piena di fontane, ma non sparisce mai la sete, 
sarà la distrazione,
sarà, sarà, sarà,
che ho sempre il Sahara in bocca 
la città è piena di negozi, ma poi chiudono sempre 
e rimango solo io a dare il resto al mondo 
se in mezzo alle strade, o nella confusione piovesse il tuo nome, 
io una lettera per volta vorrei bere,
in mezzo a mille persone, stazione dopo stazione,
e se, non scendo a quella giusta è colpa tua 
non ci siamo mai visti per davvero,
e non ci siamo mai presi per davvero in giro neanche per sbaglio
neanche per sbaglio in silenzio 
la città incontra il tuo deserto che io innaffio da sempre 
sarà la mia missione,
sarà, sarà, sarà 
che ora ho un fiore nella bocca 
se in mezzo alle strade, o nella confusione piovesse il tuo nome,
io una lettera per volta  vorrei bere,
in mezzo a mille persone, stazione dopo stazione,
se, se non scendo a quella giusta è colpa mia, 
ma senza te chi sono io
un mucchio di spese impilate 
un libro in francese che poi non lo so neanche, neanche, bene io
se devi andare pago io scusa se penso a voce alta scusa se penso a voce alta 
se in mezzo alle strade, o nella confusione piovesse il tuo nome,
io una lettera per volta vorrei bere,
in mezzo a mille persone, stazione dopo stazione,
se, se non scendo a quella giusta è colpa...
Journal / News
Giornale
Rimani aggiornato, sfoglia il nostro Giornale