Album / Diari Aperti
L’estate è già fuori
E. Toffoli / D. Petrella
L’estate è già, l’estate è già, l’estate è già...
l’estate è già, l’estate è già, l’estate è già... 
tra alberi e incroci,
polvere e uffici e senza un perché
l’estate è già fuori
la notte si è accesa, invento un pianeta
e tu come stai?
l’estate è già fuori
le luci per strada,
portano a casa,
credici un po’ che non siamo soli 
l’estate è già, l’estate è già, l’estate è già, l’estate è già fuori 
improvvisamente è facile, facile facile 
Io e te su un filo, che non c’è, che non c’è,
che non c’è
ma tu resta qui 
ma tu resta qui stringimi se resto stringimi e io resto
io resto qui, che l’estate è già fuori... 
tra il suono del mare sogni e zanzare gente nei bar l’estate è già fuori storie incompiute piccole scuse 
e scopro chi sei
i passi che muovi
l’estate è già, l’estate è già, l’estate è già l’estate è già fuori 
improvvisamente è facile, facile facile 
io e te su un filo che non c’è, che non c’è,
che non c’è
ma tu resta qui 
ma tu resta qui... stringimi se resto stringimi e io resto
io resto qui, che l’estate è già fuori 
l’estate è già
l’estate è già
l’estate è già...
estate è già fuori, fuori, fuori, fuori fuori, fuori, fuori, fuori fuori, fuori, fuori, fuori fuori, fuori fuori. 
improvvisamente è facile, facile, facile
io e te su un filo che non c’è, che non c’è,
che non c’è
ma tu resta qui
ma tu resta qui
e stringimi se Improvvisamente è facile
io e te su un filo che non c’è ma tu resta qui
ma tu resta qui
stringimi se resto
stringimi e io resto
io resto io resto qui
che l’estate è già fuori. 
Journal / News
Giornale
Rimani aggiornato, sfoglia il nostro Giornale